Curiosita'


Ritrovata una balena di 17 milioni di anni fa

Ritrovata una balena di 17 milioni di anni fa
Un team di ricercatori ha ritrovato in Kenya i resti fossili di una balena che, ben diciassette milioni di anni fa, si sarebbe inoltrata a sua insaputa in un fiume africano.
Le ossa sono state rinvenute precisamente nella zona del Lago Turkan. Si ipotizza che la balena abbia compiuto un viaggio di 900 km nell’Oceano Indiano, verso ovest, per poi finire accidentalmente nel fiume. Il cetaceo si sarebbe poi successivamente arenato a 740 km dall’attuale costa del Kenya, a 620 metri d’altitudine, e a 23 – 36 metri sopra il livello del mare dell’epoca.
La sfortunata balena è statta anche classificata, e appartiene alla famiglia delle Ziphiidae, che oggi conta 20 diverse specie.
La scoperta è davvero sensazionale perché al di là della curiosa storia di questo cetaceo, racconta anche i cambiamenti avvenuti nella Rift Valley, che come sappiamo è il luogo in cui si pone la nascita della civiltà umana. L’analisi allo scanner dei resti della balena ha, infatti, gettato nuova luce sull’evoluzione geologica del territorio africano, in quanto indicherebbe il punto in cui sorse l’altopiano che mutò l’ambiente racchiuso tra la Rift Valley e il Lago Turkan.
In seguito a questo cambiamento, la foresta umida lasciò il posto alla savana, spingendo così i primati ad abbandonare gli alberi e a camminare in posizione eretta sulla terra.

22 marzo 2015

Silvia Cortese

Tag

balena

fiume

Rift Valley

Che ne pensi?